Site icon Emergenza24.ch

«La vaccinazione è il biglietto d’ingresso per gli hotel»

Lo sostiene Jürg Domenig, direttore di HotellerieSuisse Grigioni, aggiungendo che il preparato anti-COVID «è lo strumento per garantire vacanze sicure e aziende sane» – Alcune strutture nei Grigioni, in Vallese e nella Svizzera centrale starebbero pensando di ammettere solo ospiti vaccinati

Jürg Domenig, direttore di HotellerieSuisse Grigioni, sezione retica dell’associazione svizzera degli albergatori, si batte per il più alto tasso di vaccinazione possibile contro il coronavirus per gli ospiti e i dipendenti del settore. La vaccinazione è il modo per garantire vacanze sicure e affari sani, dice alla SonntagsZeitung in edicola oggi.

Domenig osserva che il carico per gli hotel nella lotta contro il coronavirus è considerevole. Menziona ad esempio la persistente necessità del rispetto delle distanze, della mascherina sul volto e della disinfezione delle mani. Ci sono inoltre restrizioni nell’uso delle strutture sportive e per il benessere.

«A medio termine, la vaccinazione è quindi il biglietto d’ingresso per gli hotel», sostiene. «È lo strumento per garantire vacanze sicure e aziende sane».

Domenica scorsa Martin Nydegger, direttore di Svizzera Turismo, l’ente di diritto pubblico chiamato a promuove la domanda di viaggi e vacanze nella Confederazione, in un’intervista allo stesso domenicale aveva indicato che vi sono hotel nei Grigioni, in Vallese e nella Svizzera centrale che stanno pensando di ammettere solo ospiti vaccinati.

Fonte: Corriere del Ticino

Exit mobile version