Site icon Emergenza24.ch

Ecco la «cazzoeula» d’asporto

GastroTicino lancia la prima rassegna gastronomica in linea con le attuali misure restrittive

È una vera e propria primizia. Con i ristoranti chiusi, che fare con le rassegne che cadono in questo periodo? Grazie alla collaborazione e al dinamismo di una quindicina di ristoranti ticinesi, GastroTicino con «Ticino a Tavola» (e con il sostegno del «Cazzoeula Club Ticino» e di «Ticino a Te») organizzerà da mercoledì 27 gennaio a domenica 7 febbraio la prima rassegna gastronomica da asporto che sostituisce la settima «Settimana ticinese della Cazzoeula nei giorni della merla». Oltre alla cazzoeula, in alcuni ristoranti si potranno prenotare anche trippa e busecca. I ristoratori sono invitati ad accettare anche i buoni pasto di GastroTicino.

«Ticino a Tavola» è l’iniziativa con cui GastroTicino promuove i ristoranti che utilizzano i prodotti ticinesi; un’iniziativa alla quale partecipano un centinaio di ristoranti (ticinoatavola.ch). Il «Cazzoeula Club Ticino», per contro, è un’associazione a scopo ricreativo dedita al benessere e alla cultura enogastronomica dei suoi aderenti, presieduta da Riccardo Calastri. «Ticino a Te», infine, è la prima rete agroalimentare ticinese creata dal Centro di competenze agroalimentari Ticino (CCAT) e si impegna a favore di una maggiore collaborazione tra i vari settori correlati, come la gastronomia, la ristorazione collettiva e il turismo, promuovendo in particolare i prodotti a Marchio Ticino regio.garantie.

La cazzoeula (ma anche cassöla, cassoeula, casoeula, cassouela, casoela, cassuola e cazzuola, derivanti dalla casseruola) è un piatto tipico lombardo che nasce all’inizio del XX secolo, anche se sono conosciute varianti più antiche e incerte. Certo, invece, è che si tratta di un piatto invernale legato alla fine del periodo di macellazione dei maiali, che coincideva con il 17 gennaio, giorno di Sant’Antonio Abate. Gli ingredienti classici (ma esistono innumerevoli ricette) sono piedini, costine, cotenne, testa, i salamini detti «verzini», e naturalmente tanta verza, quella che ha subito la prima gelata invernale, diventando così più tenera.

Non solo. Chi ordina la cazzoeula e invierà un’email a rassegne@gastroticino.ch con tanto di foto durante il pranzo o la cena a casa parteciperà a un concorso gratuito che mette in palio prodotti agroalimentari ticinesi e buoni pasto. Le foto saranno pubblicate sulla pagina Facebook «Ticino a Tavola».

L’elenco dei ristoranti iscritti

Ristorante Borgovecchio, Balerna – Crotto dei Tigli, Balerna – Ristorante Osteria Penalty, Bellinzona – Ristorante Locanda Marco, Bellinzona – Albergo Ristorante Svizzero, Capolago – Ristorante Tenza, Castione – Ristorante Le Fontanelle, Genestrerio – Wine Bar Quartiere Maghetti, Lugano – Osteria del Gin, Maggia – Snack Bar Cherry’s di Ciraolo Piera, Mendrisio – Bar Ristorante Pizzeria Stella, Mendrisio – Grotto San Martino, Mendrisio – Ristorante Caffè Sociale, Riva S.Vitale – Grotto Grassi, Tremona.

Fonte: Corriere del Ticino

Exit mobile version