Site icon Emergenza24.ch

«Tutti in pista», nonostante il coronavirus

La stagione dovrebbe iniziare come previsto: gli impianti di risalita e diversi partner privati lanciano la campagna per incoraggiare gli svizzeri ad approfittare comunque della neve

La stagione degli sport invernali dovrebbe iniziare come previsto nonostante il coronavirus: gli impianti di risalita e diversi partner privati lanciano la campagna «Tutti in pista» per incoraggiare gli svizzeri ad approfittare comunque della neve. Secondo Funivie svizzere patrocinatore della campagna è il consigliere federale Guy Parmelin.

Gli impianti di risalita e le stazioni turistiche hanno dimostrato quest’estate che i loro concetti di protezione funzionano. È quindi possibile prenotare le vacanze d’inverno in tutta sicurezza, hanno comunicato oggi Funivie svizzere.

L’azione è stata lanciata in partenariato con oltre 50 imprese di impianti di risalita, tutte le grandi stazioni di sport d’inverno, Swiss Snowsports e la compagnia aerea Swiss.

Secondo il comunicato di Funivie svizzere la campagna si svolge sotto il patrocinio del responsabile del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR): oggi non è stato possibile raggiungere il Dipartimento di Parmelin per avere una conferma.

Secondo il Sonntagsblick, il Dipartimento federale dell’interno (DFI) del ministro della sanità Alain Berset non era a conoscenza di questa iniziativa. Contattato da Keystone-ATS il DFI non ha voluto commentare l’articolo del Sonntagsblick o la campagna.

Fonte: Corriere del Ticino

Exit mobile version